011-perdere-peso

Russare: 7 Rimedi

Semplici 7 consigli per smettere o ridurre il russamento

Il 45 percento degli adulti russa almeno occasionalmente e probabilmente tutti conoscono una persona che russa. Spesso chi russa viene preso in giro come se fosse un qualcosa di comico. Purtroppo così non è. Russare è un problema serio.

Quando uno dei partner russa, condanna l’altro ad una notte con un riposo mediocre e spesso comporta la divisione delle camere da letto e tensioni nella coppia.

Non si tratta poi solo di produrre rumore dormendo ma di sottostare alle apnee notturne provocate dalla occlusione temporanea delle prime vie aeree. L’ apnea notturna aumenta il rischio di malattie cardiache.

Oltre alla chirurgia laser che modfica la struttura anatomica del palato molle, principale responsabile del russamento, questi sono i consigli della Medical Laser per il paziente afflitto da questa condizione:

  1. Cambiare la posizione del sonno
    Dormire “pancia in su” rende più semplice l’ostruzione della respirazione in quanto il palato molle si appoggia anche grazie alla gravità alla gola. Per ridurre il russamento sarebbe bene dormire “pancia in giù” o lateralmente evitando di posizionare la testa con il naso verso l’alto. Se mantenendo la posizione adeguata il russamento non diminuisce, è opportuno consultare il medico.
  2. Perdere peso
    Ridurre il peso corporeo aiuta ma non sempre. Anche le persone magre russano e a volte anche tanto. Se hai incominciato a russare dopo aver aumentato di peso, allora la soluzione passa per il dimagrimento. Se ingrassando si è formato un accumulo adiposo attorno alla gola, questo peggiora la situazione perché riduce lo spazio delle prime vie aeree. Il grasso in quella zona va eliminato dimagrendo o chirurgicamente. 
  3. Evitare l’alcool
    Alcol e sedativi riducono il tono muscolare della gola durante la notte facilitando l’ostruzione della respirazione. È  scientificamente provato che l’assunzione d’alcool (o sedativi) fa russare anche alle persone che abitualmente non russano.
  4. Buona “igiene” del sonno
    Cercare di non mangiare troppo a cena, non prendere la camomilla o altri rilassanti prima di andare a dormire. Cercare di non arrivare al letto troppo stanchi. Si tratta di evitare un eccessivo rilassamento muscolare durante la notte che rende il palato molle ancora più cadente.
  5. Favorire il flusso d’aria del naso
    Prima di andare a  dormire è buona abitudine pulire bene il naso anche con l’uso di soluzione fisiologica. La buona apertura delle narici riduce il russamento.
  6. Cambiare il cuscino
    Il cuscino e non solo possono accumulare polvere ed altri allergeni e quindi essere fonti di reazioni allergiche che rendono spesso più difficoltosa la respirazione a causa dell’ irritazione della mucosa. È  bene evitare di dormire con animali domestici perché possono provocare anche loro reazioni allergiche con implicanze respiratorie.
  7. Idratarsi bene
    Bere tanta acqua è sempre bene ed in questo caso la buona idratazione rende il palato molle meno “appiccicoso”

In conclusione per russare meno è bene dormire di lato, evitare l’alcool (e sedativi) prima di andare a dormire, perdere qualche chilo di troppo e liberare bene il naso prima di coricarsi.